progettoathanasius

Si scrive offerta, si legge sacrificio

Hans Eberhard DentlerGli studi di Hans-Eberhard Dentler, violoncellista e medico, hanno dimostrato come in almeno due opere strumentali maggiori – L’arte della fuga e L’offerta musicale – il sommo Johann Sebastian Bach abbia inteso onorare lo spirito di quella Correspondierende Societät der musikalischen Wissenschaften fondata a Lipsia nel 1738, frequentata dai massimi ingegni dell’epoca e dedicata alla più fertile comunione di scienza e arte musicale.

Come in ogni società segreta, i membri della Correspondierende Societät avrebbero assunto un nome simbolico. E se non è noto quello scelto da Bach, quello del cofondatore, Lorenz Mizler, fu certamente «Pythagoras», a testimonianza del carattere esoterico di quest’accademia di eccellenze cui avrebbero aderito, tra gli altri, Georg Philipp Telemann e Georg Friedrich Händel.